Dopo aver visto come configurare una porta com per l’utilizzo con una montatura equatoriale e dopo aver visto come installare i driver Ascom e infine dopo aver installato Eqmod, possiamo procedere con l’allineamento polare attraverso questo programma.

Innanzitutto riepilogo brevemente le impostazioni necessarie affinchè l’operazione avvenga con successo; i requisiti sono

Orario del Pc Correttamente impostato
Coordinate Quelle del luogo di osservazione
Posizione Montatura Girare l’asse di AR aqffinchè il circolino “polaris” del cannocchiale si trovi a ore 6 (quindi verso il terreno per intenderci)
Cannocchiale polare Pronto per l’uso

 Principio di funzionamento

Il principio di funzionamento che permette la sincronizzazione e l’allineamento polare con Eqmod è facilmente riassumibile

Abbiamo visto infatti che per il collegamento di Eqmod, non è necessario impostare alcun dato sulla pulsantiera Synscan in quanto questa viene completamente bypassata tramite la funzione “Pc Direct Mode” che si trova nel menu “Utility” della pulsantiera stessa. I dati di orario e di coordinate vengono quindi tutti trasmessi tramite il pc, nello specifico tramite appunto il nostro software.

Questo significa praticamente che il calcolo sul posizionamento corretto della stella polare rispetto all’orario “attuale” viene effettuato dal software il quale ragiona in questo modo:

Io, Eqmod, so che le coordinate del luogo sono “x”, e che in questo momento sono le ore “y” della data “gg/mm/aaaa” quindi facendo un breve calcolo so che in questo preciso istante la stella polare si trova nel punto “z” della sua rotazione  t Se tu, astrofilo ignorante, mi dai un riferimento fisso sulla posizione del circolino che vedi sul cannocchiale (personalmente lo imposto sempre a ore 6) allora so che rispetto al valore di AR che leggo in questo momento, devo muovere l’asse di AR di  “n” step e ruotando l’asse ruoterà anche il cannocchiale polare. Quando fermerò l’asse nella posizione corretta, il circolino avrà seguito questo movimento, dopodichè tu ci infili dentro la polare con i registri di regolazione e sei allineato

Vediamo quindi come fornire questi riferimenti fissi al nostro amico Eqmod.

IMPOSTAZIONI

Prima cosa da impostare nella nostra sequenza di allineamento, è la posizione del cannocchiale polare, che si può tranquillamente ottenere sganciando le frizioni e ruotando l’asse di Ar fino a far combaciare il circolino POLARIS del cannocchiale con la posizione a ore 6, come nell’immagine:

polare

Fatto questo, andiamo a lavorare su Eqmod per fornirgli i fatidici riferimenti fissi. Apriamo quindi il software e clicchiamo sulle due frecce che troviamo nella parte alta della schermata:

Immagine

La finestra si espanderà verso destra e diamo un’occhiata alle impostazioni che ci interessano, come nell’immagine:

polar2

Come possiamo vedere, abbiamo impostato nel circolino giallo le coordinate del luogo, dovete solo verificare che siano corrette. Cliccando sulla freccia verde si aprirà l’utility polaris

polaris3Eccola li! Come si vede, c’è un puntino bianco che indica la posizione della polare nella sua rotazione in quel momento. Osservando il valore che ho evidenziato con la freccia fucsia, troviamo il “riferimento” di posizione del nostro amato circolino. In questo caso è impostato appunto ore sei, il che sta ad indicare al software che i valori letti in quel momento sull’asse di AR coincidono con quella posizione sul cannocchiale polare.

L’allineamento polare con EqMod

Ora, per “uffiicializzare” la posizione, si clicca sul pulsante con la casina e il +, indicati dal circolo verde N.2 che diventa una sorta di posizione “home” temporanea.

Infine, si clicca sul pulsante con la stella, ricordandovi ovviamente di serrare le frizioni dell’asse di AR. E’ in questo momento che la montatura, dopo un segnale di avviso, inizierà la sua rotazione portando il cannocchiale polare alla posizione corretta.

Una volta terminata la rotazione, non dovrete far altro che inserire la stella polare nel circolino POLARIS che si troverà nella corretta posizione oraria.

Infine, cliccando sul pulsante con la casina e il segno – riporterete l’asse di AR nella posizione home temporanea e potrete spegnere il tutto per accingervi a montare il telescopio.

Nota: nelle mie personali sequenze, come già visto in altri articoli, io sono solito montare il telescopio DOPO l’allineamento polare. Questa prassi, che farà storcere il naso ai piu esperti (e hanno ragione a farlo), è suggerita dal fatto che automatizzando l’allineamento polare può esserci una rotazione molto ampia dell’asse col rischio che il telescopio vada a sbattere contro le gambe del telescopio o che si vada a sforzare sul registro di regolazione dell’alzo. Personalmente ho sempre preferito montare il telescopio DOPO stando però ben attenti a non muovere la montatura in quella fase, pena il disallineamento della montatura. Eventualmente, verificare il mantenimento del corretto allineamento con il metodo delle derive, ma non ne ho mai avuto bisogno. Considero sempre che questo metodo è validissimo per le montature “da campo” dove serve una certa velocità di allineamento che poi perderemo quando smonteremo tutto. Diversamente, il bigourdan è sempre l’allineamento migliore da perseguire.

Nei precedenti tutorial ho tentato di spiegare in brevi linee come predisporre un pc per l’installazione della porta COM e di ASCOM.

Una volta predisposto il tutto, quindi, non rimane che effettuare installazione e collegamento di Eqmod

INSTALLAZIONE E COLLEGAMENTO EQMOD

L’installazione di EqMod è particolarmente semplice, sostanzialmente si tratta di andare al link di download  e scaricarsi il seguente file:

  • EqAscom: sarebbe il “cuore” del programma

Oltre a questo ci sono vari addon nella pagina di download, quelli piu importanti li elenco in seguito:

  • EqTour: è una utility che si connette ad EqMod e premtte di avere a disposizione delle liste di visualizzazione, le quali sono ovviamente personalizzabili.
  • EqMosaic: è una utility che si connette ad EqMod e permette di effettuare foto a mosaico, impostando i dati della camera e della focale di ripresa.
  • Sounds: una suite di suoni vocali che aiutano a capire a che punto si trova lo sleewing o le funzioni di puntamento.

Le altre utility verranno poi spiegate brevemente in tutorial successivi, alla bisogna.

COME SI CONNETTE EQMOD ALLA MONTATURA?

Eqmod si connette alla montatura sfruttando, ovviamente, la porta COM precedentemente installata. Ci sono due metodi per cablare la montatura: o si connette direttamente la montatura con il cavo Eqdir (opzionale) oppure si connette la montatura attraverso il cavo in dotazione che permette di mettere in comunicazione la pulsantiera synscan con il pc. I pro e i contro di entrambe i collegamenti sono i seguenti:

  • Collegamento tramite EqDir: Pro: non necessita della pulsantiera, quindi un dispositivo in meno da portarsi in giro. Contro: se per sfortuna parte una scarica elettrostatica nel momento del collegamento, si rischia di cuocere tutto. Un esempio è riportato in questa discussione LINK

Era tutto correttamente connesso con eqmode, maxim_dl. Ad un certo punto, siccome il pc si stava scaricando, ho inserito la presa accendisigari nell’apposita presa nel mio generatore (precedentemente provato e funzionante). Era buio, avevo dimenticato la torcia, sbaglio a mettere lo spinotto nel PC e lo avvicino alla presa RJ11 del PC. A quel punto fa 2 scintille, sul pc viene fuori la scritta “sovraccarico di corrente nelle porte USB” si spegne il PC. […]…e mi sono accorto che la montatura non comunica più…nè con la pulsantiera, nè con EQ-dir…ho controllato la scheda elettronica, sembra funzioni tutto a parte la connessione RS232. […]quindi ho pensato:

1) sovraccariuco di corrente nell’usb
2) il cavo eqdir è connesso all’usb e si trasforma poi in com per connettersi con la montatura
3) la scheda, non prevede che tra la rs232 e il microcontrollore ci siano protezioni, quindi ho dedotto che si sia cotta la parte I/O del microcontrollore, che poi fa funzionare tutto l’ambaradam.

  • Collegamento tramite la pulsantiera: si imposta sulla pulsantiera la funzione “Pc Direct Mode” che si trova sotto utility e il gioco è fatto: Pro: abbiamo la pulsantiera che in qualche modo potrebbe fare da filtro per eventuali scariche elettrostatiche. Contro: abbiamo un dispositivo in piu da portare con noi, ma personalmente non mi causa alcun disturbo.

Quindi va da se che io eviterei come la peste il cablaggio diretto, tramite EqDir. Poi ognuno la pensa come vuole, ma la pulsantiera ha qualche “protezione” da questi problemi e nel caso, meglio far fuori una pulsantiera da 50 euro che una scheda da centinaia di euro.

IMPOSTAZIONI BASE

Normalmente il nostro Eqmod è bello che pronto all’uso.  Le impostazioni base si trovano seguendo il percorso “start – > programmai – > Eqmod – > Toolbox”

Si apre una schermata, dove è possibile inserire le impostazioni. Cliccare su driver setup:ImmagineUna volta cliccato, si apre la pagina delle impostazioni del driver che vediamo nel dettaglio:

Immagine

Quadrato Giallo: Attraverso questa sezione è necessario impostare i parametri della comunicazione. E’ importante che la porta COM inserita sia la stessa rilevata dal computer, come spiegato nell’articolo “installazione della porta com” riportato nell’ìintroduzione a questo articolo. Oltre a questo i parametri che si impostano sono i seguenti:

TIMEOUT 2000
RETRY 1
BAUD 9600
PORTA COM (n)

Quadrato Viola: In questo quadrato è necessario inserire le coordinate del luogo di osservatzione. L’aspetto interessante è che è possibile salvare tutte le postazioni di osservazione in modo da poterle richiamare al momento del bisogno. Ovviamente, occorre prestare attenzione perchè se si richiama un luogo di osservazione, si modificano le coordinate e si clicca sul dischetto, le coordinate di quel luogo vengono cancellate. Ovviamente. Se si dispone di un GPS, è possibile connetterlo e cliccare sull’apposito pulsante.

Infine, consiglio di osservare la freccia blu. Questa freccia indica il protocollo di guida, di default impostato su Pulseguide. Siccome farò un tutorial a parte, per il momento limitatevi a cambiare questo punto con ST4 o con “Esterno” (dipende dalla versione in uso di Eqmod)

Una volta verificate queste impostazioni, siete pronti per connettere Eqmod alla montatura. Basta aprire Eqmod da “start – Programmi  – Eqascom” e cliccare su “eqmod” e partirà il software.

Se tutto è fatto bene, dovreste vedere in alto a destra le coordinate in cui si trova al momento la montatura.

Immagine

Ora che è tutto connesso, non vi rimane che studiarvi un pò il funzionamento di questa schermata principale e provare ad agire sui pulsanti NORD SUD EST OVEST per vedere se la montatura si muove.

TROUBLESHOOT

PROBLEMA PROBABILE CAUSA PROBABILE SOLUZIONE
Il programma si avvia ma si chiude immediatamente, dopodichè si riapre e si chiude di nuovo, continuamente Questo è probabilmente a causa di una mancata comunicazione con la porta com.Potrebbe essere il driver, la pulsantiera non impostata oppure una porta non corretta. Verificare di aver impostato la porta com correttamente e che la pulsantiera sia su “Pc Direct Mode”. Eventualmente reinstallare i driver
Si è bloccato tutto il pc Quando le porte com hanno delle disconnessioni improvvise possono portare anche a crash del sistema. Verificare la correttezza dei driver o che i cablaggi siano ancora connessi

 

1La cometa C2014 /e2 Jacques è stata scoperta dagli astronomi brasiliani Cristóvão Jacques Lage de Faria, Eduardo Pimentel e João Ribeiro de Barros la notte del 13 Marzo 2014

E’ stata la seconda cometa scoperta dal team dell’osservatorio SONEAR.

La notte del 02 Agosto 2014 ho puntato l’oggetto alle seguenti coordinate:

Object Right Ascension Declination Constellation Magnitude
Comet C/2014 E2 (Jacques) 05h45m50s +37°00′ Orion 10.3

trovate nel sito apposito, che si trova a questo LINK

L’immagine che ne risulta è la somma di 5 scatti da 30 secondi, ottenuta con il telescopio newton GSO 250 F5 e Canon Eos 450 D