Link alla parte 1 –> Link alla parte 2 –> Link alla parte 3

Una volta compresa l’importanza e il funzionamento di concetti quali la Critical Focus Zone e una sommaria panoramica tra driver e motori passo passo, possiamo iniziare a dare uno sguardo alla circuiteria.

Potete trovare nel PDF trovato al primo articolo tutto quanto serve per costruire il progetto di R.Brown oppure potrete acquistare direttamente il PCB stampabile seguendo i link inseriti all’interno di quella dispensa. Se … Leggi Articolo....-> “Autocostruzione – Focheggiatore Ascom: La circuiteria – Parte IV”

Link alla parte I – Introduzione

Link alla parte II – La Critical Focus Zone

Dopo aver visto un pò l’introduzione di questo splendido progetto di R.Brown ed aver affrontato alcuni aspetti relativi alla Critical Focus Zone e alla risoluzione dei motori, abbiamo compreso come sia necessario (per lavorare in maniera precisa) ottenere un buon accoppiamento tra focheggiatore e motore.

In questo articolo ci spostiamo un pò piu in “la” andando quindi a vedere un altro accoppiamento opportuno da valutare, … Leggi Articolo....-> “Autocostruzione – Focheggiatore Ascom: Motori e Driver– Parte III”

LINK ALLA PARTE N.1

Dopo aver introdotto un pò l’argomento di questo focheggiatore, entriamo un pò nel dettaglio dei requisiti fondamentali che sono utili prima di procedere. In particolare, si parla un pò di questa fatidica CFZ, Critical Focus Zone.

La critical focus zone è la zona critica di fuoco e rappresenta in buona sostanza un range espresso in micron entro cui cade la perfetta messa a fuoco di un sistema ottico.

E’ importantissimo, prima di procedere alla costruzione di … Leggi Articolo....-> “Autocostruzione – Focheggiatore Ascom: La Critical Focus Zone – Parte II”

Da diversi anni c’è online un progetto per un focheggiatore ASCOM piuttosto interessante, che molti di voi avranno già conosciuto e qualcuno sicuramente avrà già costruito. Il progetto è di R. Brown, un bravissimo e disponibilissimo autocostruttore (perdonate, non ho idea di che lavoro faccia) che ad un certo punto ha creato un sistema piuttosto valido e anzichè vendere il progetto, ha tenuto fede al principio base che ancora rende la passione astrofotografica qualcosa di inclusivo: l’ha reso disponibile Leggi Articolo....-> “Autocostruzione -Focheggiatore ASCOM by R.Brown – Parte I”

Ok, arrivati quindi fin qua dopo la lettura DELLA PARTE I <– link posso “provare” ad introdurre un pò il software di guida PHD con qualche raccomandazione.

La prima è la piu importante..prestate attenzione anche ai miei articoli! Repetita Juvant…io non sono un esperto assoluto di astrofotografia, quanto piuttosto un astrofotografo che cerca di raccontare tramite esperienze cosa ci sta dietro ai sistemi a mano a mano che li scopre. Siccome adoro l’interfaccia del blog, che è anche un … Leggi Articolo....-> “Autoguida e PHD: Parlare a nuora perchè suocera intenda. PARTE II”

Benritrovati a tutti i lettori

stamattina mi sono svegliato piuttosto carico e stavo parlando con un grande amico astrofotografo della bassa italia, proprio di questo argomento in generale..

E quindi cosi…ho deciso di scrivere un articolo/papozzo lamentevole e noioso che tratta finalmente un argomento che viene in genere gestito non sul merito della “questione” quanto piuttosto sul giudizio e sul pregiudizio che questo (e non so perchè) comporta.

Partiamo un attimo da un contesto ben preciso,

La signora Cesira ha … Leggi Articolo....-> “Dei Numeri e di Altre Nefandezze”

Concludo questa (per forza) non esaustiva rassegna sui sistemi di guida, parlando finalmente del software probabilmente piu usato per l’autoguida, PHD.

Quello che vado a presentare è un articolo piuttosto lungo, quindi consiglio magari di leggerlo in piu momenti. Purtroppo non ho possibilità di spezzare a volte gli argomenti perchè un articolo incompleto crea molte contestazioni/dubbi e quindi certe cose preferisco dirle in unica soluzione e poi eventualmente discuterne e integrare.

Partiamo da un presupposto “basic”. Se

a) abbiamo un … Leggi Articolo....-> “Autoguida e PHD: Parlare a nuora perchè suocera intenda. PARTE I”

E cosi siamo arrivati finalmente al 6 gennaio.

Se i lettori si ricordano, lanciai un appello dopo la metà di dicembre, chiedendo di inoltrarmi un file utile a identificare quello che viene considerato dai neofiti come un “problema”, e cioè l’esecuzione corretta delle immagini “flat” di questo tipo di dispositivi.

Come già scritto nell’articolo che si trova a questo LINK , era mia intenzione farmi carico di aiutare qualche amico, dal momento che se è vero che questi dispositivi rappresentano … Leggi Articolo....-> “Flat & Cmos: problema inesistente”

Bene, abbiamo visto nei precedenti articoli, di cui riporto LINK e LINK , quanto il sistema di autoguida e ripresa siano legati tra loro da valori numerici relativi al campionamento corretto tra i due telescopi, ripresa e autoguida.

Ovviamente, come ben sappiamo, tutto non si può ricondurre ad una manciata di numeri per “dormire” sonni tranquilli, perchè altrimenti la questione sarebbe sempre semplice e facilmente intuibile. Di sicuro quanto specificato in precedenza rappresenta IL PRIMO ASPETTO di cui tenere conto … Leggi Articolo....-> “Dell’Autoguida e dei suoi sistemi.”

Mi rivolgo sempre ai neofiti…

Dopo aver trattato un attimo l’argomento del campionamento a questo LINK, trovo opportuno iniziare a giocare con un pò di numeri e un pò di valutazioni. Riprendiamo la formula magica

C = (Dp /F) x 206265

dove C = campionamento (in secondi d’arco su pixel) , Dp = dimensioni dei pixel del sensore utilizzato e F = focale del telescopio.

Bene, ora espandiamo un attimo sto discorso, tralasciando per ciò che … Leggi Articolo....-> “Astrofotografia: Dal Campionamento all’Autoguida.”