Ok, arrivati quindi fin qua dopo la lettura DELLA PARTE I <– link posso “provare” ad introdurre un pò il software di guida PHD con qualche raccomandazione.

La prima è la piu importante..prestate attenzione anche ai miei articoli! Repetita Juvant…io non sono un esperto assoluto di astrofotografia, quanto piuttosto un astrofotografo che cerca di raccontare tramite esperienze cosa ci sta dietro ai sistemi a mano a mano che li scopre. Siccome adoro l’interfaccia del blog, che è anche un … Leggi Articolo....-> “Autoguida e PHD: Parlare a nuora perchè suocera intenda. PARTE II”

Concludo questa (per forza) non esaustiva rassegna sui sistemi di guida, parlando finalmente del software probabilmente piu usato per l’autoguida, PHD.

Quello che vado a presentare è un articolo piuttosto lungo, quindi consiglio magari di leggerlo in piu momenti. Purtroppo non ho possibilità di spezzare a volte gli argomenti perchè un articolo incompleto crea molte contestazioni/dubbi e quindi certe cose preferisco dirle in unica soluzione e poi eventualmente discuterne e integrare.

Partiamo da un presupposto “basic”. Se

a) abbiamo un … Leggi Articolo....-> “Autoguida e PHD: Parlare a nuora perchè suocera intenda. PARTE I”

E cosi siamo arrivati finalmente al 6 gennaio.

Se i lettori si ricordano, lanciai un appello dopo la metà di dicembre, chiedendo di inoltrarmi un file utile a identificare quello che viene considerato dai neofiti come un “problema”, e cioè l’esecuzione corretta delle immagini “flat” di questo tipo di dispositivi.

Come già scritto nell’articolo che si trova a questo LINK , era mia intenzione farmi carico di aiutare qualche amico, dal momento che se è vero che questi dispositivi rappresentano … Leggi Articolo....-> “Flat & Cmos: problema inesistente”

Bene, abbiamo visto nei precedenti articoli, di cui riporto LINK e LINK , quanto il sistema di autoguida e ripresa siano legati tra loro da valori numerici relativi al campionamento corretto tra i due telescopi, ripresa e autoguida.

Ovviamente, come ben sappiamo, tutto non si può ricondurre ad una manciata di numeri per “dormire” sonni tranquilli, perchè altrimenti la questione sarebbe sempre semplice e facilmente intuibile. Di sicuro quanto specificato in precedenza rappresenta IL PRIMO ASPETTO di cui tenere conto … Leggi Articolo....-> “Dell’Autoguida e dei suoi sistemi.”

Mi rivolgo sempre ai neofiti…

Dopo aver trattato un attimo l’argomento del campionamento a questo LINK, trovo opportuno iniziare a giocare con un pò di numeri e un pò di valutazioni. Riprendiamo la formula magica

C = (Dp /F) x 206265

dove C = campionamento (in secondi d’arco su pixel) , Dp = dimensioni dei pixel del sensore utilizzato e F = focale del telescopio.

Bene, ora espandiamo un attimo sto discorso, tralasciando per ciò che … Leggi Articolo....-> “Astrofotografia: Dal Campionamento all’Autoguida.”

NON SARO BREVE!

Ho deciso di inerpicarmi in questo argomento per via delle domande continue che vengono rivolte in genere quando si tratta l’argometno astrofotografico, rivolgendomi soprattutto a chi non ha ben chiara l’importanza del campionamento. Si passa da chi non la considera per nulla a chi la considera addirittura troppo! Trovo sbagliate entrambe le visioni… Leggendo miriadi di discussioni online e decine di domande rivolte nella mia chat, penso sia bene fare chiarezza utilizzando possibilmente terminologia semplice ed efficace. … Leggi Articolo....-> “Astrofotografia: Campionamento…dalla teoria alla pratica.”

Questo breve articoletto vuole essere un semplice resoconto di come ho cercato di mettere in pratica il desiderio di non dover collegare ogni volta che fotografo tutti i cavi di alimentazione e usb. Inoltre ridurre al minimo l’assorbimento di energia e quindi aver una maggior autonomia a parità di batteria. 

In tal contesto gioca un ruolo fondamentale il portatile che anche affidandosi alla batteria interna, richiede inevitabilmente una ulteriore presenza di alimentazione da rete; sul campo si può ovviare con … Leggi Articolo....-> “Un Pc da 100 Euro per le nostre sessioni Astrofotografiche – Di Paolo Scatena”

Eccoci dunque arrivati ad un argomento molto importante per quanto riguarda l’astrofilia, piu specificatamente per l’argomento astrofotografico.

La questione verte sostanzialmente in una scena tipica che si presenta con una certa costanza durante le sessioni di astrofotografia; hai montato il tuo setup, una Eq6 che porta un Newton 250 f/5, un tubone bello grosso, con il sensore collegato al focheggiatore. E’ normalissimo che in questa situazione si venga avvicinati da persone che come prima domanda chiedono “A quanti ingrandimenti stai Leggi Articolo....-> “L’importanza degli Arcosecondi.”

In questo articolo vorrei cercare di affrontare il tema della calibrazione dei files acquisiti, in particolare (come da titolo) i flat field.

Chi mi ha seguito un pò sa che già da tempo avevo scritto qualcosa in merito, una serie di articoli che poi ho riletto in seguito alle mie ultime intuizioni e agli ultimi accorgimenti che mi sono pervenuti da astrofotografi piu bravi di me e ho compreso che c’è un errore in cui si casca molto facilmente soprattutto … Leggi Articolo....-> “Astrofotografia: quegli stramaledetti Flat!”

zzzzzzzzzzzz…..

zzzzzzzzzzzz…..

zzzzzzzzzzzz….

…si lo so lo so…stai usando Pinpoint di MaximDL e stai aspettando che venga risolta la prima lastra di allineamento. Dopo aver fatto “millemila” regolazioni sulla Home della tua Eq6, ancora non ci siamo…vedi quella barra blu che va avanti da dieci minuti, ma ancora il software non ha capito dove stai puntando…..

Ne avevamo già parlato su questo blog (LINK) in effetti: Pinpoint di MaximDL è un programma che funziona molto bene a patto … Leggi Articolo....-> “Software: All Sky Plate Solver by Giovanni Benintende”